Portu Pedrosu, ritrovato l’escursionista disperso

Portu Pedrosu, ritrovato l’escursionista disperso

BAUNEI (NU) – E’ stato ritrovato questa mattina alle 8.30 dalla motovedetta della Base Navale del Corpo Forestale di Vigilanza Ambientale, coadiuvata dai nostri tecnici della Stazione Alpina Ogliastra, l’escursionista disperso da ieri sera lungo il sentiero che da Pedra Longa porta a Portu Pedrosu. N.M., 47 anni, residente a Ravenna, era partito ieri di primo mattino dal parcheggio di Pedra Longa con l’intenzione di raggiungere a piedi Portu Pedrosu e da là riprendere la via del rientro dal mare con una canoa gonfiabile che si era portato appresso. Ha passato la notte a Tenadili a causa di un lieve malore e non appena ha riacquistato le forze si è rimesso in cammino continuando l’escursione interrotta il giorno prima arrivando a Portu Pedrosu, dove è stato trovato in buone condizioni di salute. Sebbene sia un camminatore esperto e arrampicatore, gli amici non vedendolo rientrare e impossibilitati a contattarlo per via della mancanza di copertura telefonica, hanno chiamato i soccorsi nella tarda serata di ieri.
Attivata poco prima delle 21 di ieri sera, la Stazione Alpina dell’Ogliastra del SASS ha inviato subito una squadra. Questa, dopo aver rinvenuto la macchina ancora parcheggiata a Pedra Longa, ha raggiunto via mare Portu Pedrosu intorno alle 23 e perlustrato un’ampia area circostante, purtroppo senza esito. Le ricerche sono riprese stamattina prima dell’alba. Altre squadre di nostri tecnici sono partite da Santa Maria Navarrese per ripercorrere l’intero sentiero mentre la motovedetta della Guardia Costiera e del Corpo Forestale hanno ispezionato la costa. Due squadre composte da 6 tecnici della stazione Ogliastra e 2 tecnici SAGF (Soccorso Alpino Guardia di Finanza) hanno perlustrato i due sentieri del Selvaggio Blu, nel tratto compreso tra Ginnirco a Pedra Longa e da Pedra Longa a Baus. Attivata anche l’Unità Cinofila molecolare.

 

Menu