Elisoccorso Sardegna: prima giornata di operatività

Elisoccorso Sardegna

Elisoccorso Sardegna: prima giornata di operatività

Si è appena conclusa con due interventi la prima giornata di operatività del nuovo servizio di elisoccorso attivato dalla Regione Autonoma della Sardegna e AREUS (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza Sardegna) che vede in prima linea anche i Tecnici di Elisoccorso del CNSAS Sardegna come parte dell’equipaggio.
Si tratta, infatti, dei due interventi che hanno tenuto a battesimo il nuovo servizio di elisoccorso regionale, il primo dedicato e con mezzi e attrezzature esclusivamente destinati al soccorso sanitario. Il soccorso a una turista francese, caduta rovinosamente a Cala Napoletana (La Maddalena) e un secondo intervento a Santa Teresa Gallura per prelevare e portare all’ospedale di Sassari una giovane che ha rischiato di annegare.
In entrambi i casi a entrare in azione sono stati equipaggio ed elicottero di stanza a Olbia. Alle 14.39 è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso per la caduta di una escursionista a La Maddalena: alle 14.42 equipaggio e mezzo sono partiti da Olbia per arrivare sul posto alle 14.55. Personale medico e tecnici del Soccorso alpino hanno dato la prima assistenza alla donna e recuperata tramite verricello, quindi l’elicottero è ripartito alle 15.20 per arrivare all’Ospedale di Olbia alle 15.30.
Elicottero di nuovo in azione dopo una seconda chiamata, alle 17.14: partenza alle 17.19 e arrivo al Villaggio Marmorata, a Santa Teresa, alle 17.31. Una giovane, salvata da annegamento e in codice rosso, è stata intubata e caricata sul mezzo e portata all’hub di riferimento – il più idoneo per il caso specifico -l’ospedale Santissima Annunziata, dove è arrivata alle 18.36 ed è stata ricoverata in Rianimazione. L’intervento – che con l’elisoccorso è stato portato a termine in un’ora – con i mezzi su gomma si sarebbe concluso in oltre tre ore.
Il nuovo servizio ha avuto avvio con due basi operative, quella di Cagliari Elmas e Olbia con due elicotteri di ultimissima generazione della ditta Airgreen: un EC 145 T2 nella base di Elmas e un AW 139 nella base di Olbia.
Gli equipaggi, composti dal personale sanitario dell’AREUS ossia un medico e un infermiere, dai piloti e specialisti dell’Airgreen e dal Tecnico di Elisoccorso del CNSAS Sardegna quale componente tecnica necessaria per eseguire in sicurezza interventi di soccorso in ambiente ostile e il coordinamento delle operazioni di imbarco e sbarco dal
velivo, nonché mettere in sicurezza l’infortunato e garantirne l’evacuazione.

A regime i mezzi del nuovo servizio saranno tre, con l’attivazione della base di Fertilia, dal 15 agosto (dove si stanno ultimando i lavori) : dal 1 agosto, invece, il servizio su Olbia sarà h24.

Menu