VILLACIDRO (SU) – Conclusa la seconda edizione della ‘Villacidro Skyrace’ tenutasi a Villacidro e organizzata da Margiani Team ASD di Villacidro con numerosi partners privati ed istituzionali, che si è avvalsa del servizio di assistenza sanitaria svolto dal CNSAS della Sardegna.
L’evento, che prevedeva due gare di corsa su percorsi, rispettivamente di 10 e 21 km che dal centro storico raggiungevano le cime delle montagne circostanti, ha coinvolto oltre 300 concorrenti provenienti da tutta Italia.
Il percorso più impegnativo, dopo aver raggiunto Monte Omu, si è sviluppato in single trek attraversando le cime del Monte Margiani e del Santu Miali per concludersi nel centro abitato dopo circa 1600 m di dislivello positivo.
Sul campo oltre venti tecnici del CNSAS della Sardegna, provenienti dalle Stazioni Alpine del Medio Campidano, Cagliari, Sassari e Speleo di Iglesias, che hanno presidiato l’area con mezzi di soccorso e vigilato sui punti critici per la buona riuscita della manifestazione. Supportati dal Centro di Coordinamento Mobile che ha supervisionato i tracciati attraverso la cartografia e coordinato il personale tramite la geolocalizzazione, sono stati impegnati nell’assistenza di alcuni partecipanti che hanno registrato piccoli infortuni e crampi, senza attivare nessun intervento di particolare rilevanza.
Essendo una gara in montagna, caratterizzata da importanti dislivelli e un notevole livello tecnico, la ‘Villacidro Skyrace’ è entrata a far parte a pieno titolo del circuito nazionale Skyrunner National Series, rappresentando la prima tappa del campionato nazionale e l’unica in Sardegna, che si è dovuta necessariamente avvalere, oltre all’assistenza sanitaria dei tecnici specializzati nel soccorso in ambiente impervio del Soccorso Alpino e Speleologico della Sardegna, anche della consulenza tecnica di una Guida Alpina appartenente al CNSAS, che ha    presenziato lungo il percorso.

  

Menu